Storie di successo

Intervista a Stefania Lo Gatto, Doppio Diamante Jeunesse Global

Ciao Stefania, grazie per la tua disponibilità a questa intervista.
Oggi sei sicuramente tra le donne più acclamate nel mondo del Network Marketing, una donna che in sei anni ha raggiunto dei risultati pazzeschi e che può, attraverso la sua storia, regalare un sogno a chi fa Network Marketing e a chi si sta avvicinando e a chi  conosce poco questo business.

Raccontaci come è iniziata questa tua avventura.
E’ iniziata per caso e a dirla tutta scappavo dal Network Marketing.

Quando era una ragazzina conoscevo una persona che è venuta a casa un giorno e ci ha detto “sarò milionario” e che a distanza di anni non aveva ancora soldi… quindi per me era un business che vendeva solo un sogno, un qualcosa bordeline tra legale e illegale e dal quale scappavo.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Il prodotto ha fatto la differenza. Un giorno ho visto i risultati del prodotto su una mamma della scuola dei miei figli e mi sono interessata soprattutto a quello, mentre sul business molto dopo. Questa mamma per mesi mi ha invitata. Io per tre mesi ho detto di NO, ma alla fine per capire meglio di che prodotto si trattava, sono andata a una di queste riunioni.

Sicuramente quello che c’è da imparare da questa situazione è che non bisogna mai smettere di fare Follow-Up.

Quella sera mi sono innamorata del sistema business accorgendomi che io che sono una chiacchierona, amo parlare, condividere, stavo facendo network tutti i giorni ma in modo gratuito.

Ho alzato la mano durante quell’incontro ed ho chiesto se dovevo andare in giro casa per casa. Mi è stato detto semplicemente che avrei dovuto continuare a usare il prodotto e, se mi piaceva, condividerlo con le persone. A quel punto mi sono detta “io lo faccio”.

Inizialmente pensavo di farlo per arrotondare un pochino e non che avrei fatto carriera in questa professione, dove ho iniziato quasi per sbaglio e non l’ho assolutamente cercata.

Quando parli di “Carriera” questo significa che il Network Marketing è veramente un modello di business che può farti fare carriera rispetto ad un lavoro più tradizionale?
Il Network Marketing è un lavoro imprenditoriale e come tutti i lavori imprenditoriali sei libero di lavorare e scegliere cosa fare.

Se decidi di farlo a livello amatoriale, ogni tanto, come un hobby riuscirai a guadagnare qualcosa per riacquistare il tuo prodotto ma non si può chiamare carriera.

La parola Network Marketing contiene la parola lavoro.

Se lo prendi seriamente come una professione bisogna imparare, bisogna lavorare, investire qualità di tempo. Sicuramente inizialmente va fatto part-time perché non puoi abbandonare la tua attività principale o rinunciare allo stipendio, però tante persone quando arrivano ad un certo livello decidono anche di abbandonare il loro piano A per fare in modo che il loro piano B, ovvero il Network Marketing, diventi il piano A.

Il Network Marketing, come testimoniano anche personaggi importati quali Richard Branson, Bill Gates o Donald Trump è il business del futuro. Se si capisce il potenziale che ha, hai possibilità infinite.

Come dicevo prima, ho iniziato per gioco, ma quando ho visto che si poteva guadagnare qualcosa, ed io avevo un lavoro pessimo in quel momento e guadagnavo pochissimo, è stato facile cambiare e mi sono detta “vediamo come si fa”. Da quel momento ho voluto imparare dai migliori.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Nel Network non devi inventare nulla, devi solo copiare quello che già altri hanno fatto.

Ho iniziato a studiare questa professione e ho semplicemente duplicato quello che per me è un sistema vincente, ovvero creare una rete. Lavorando con dedizione e costanza sono riuscita già dal secondo/terzo anno a raggiungere risultati importanti e a seguire c’è stato l’effetto leva e l’effetto esplosione .

Quale è stato il tuo primo vero guadagno che ti ha fatto dire “Ok faccio solo network marketing”?
Intorno ai 2.000 euro. Neanche dire chissà quale cifra spropositata. Io facevo solo la mamma.

Per una scelta di vita, per 12 anni sono stata mamma e moglie a tempo pieno. Quando ho perso tutto e mi sono ritrovata a cercare lavoro non mi hanno proposto un grande posizione ,anche perché avendo i bambini piccoli potevo lavorare solo part-time con un guadagno di 700 euro al mese. Quando ho visto che facendo Network Marketing la sera, ogni tanto, durante il weekend, riuscivo a guadagnare 2.000 euro, ci ho messo un secondo a mollare tutto.

Quali sono stati gli step per arrivare dove sei oggi?
La prima regola in assoluto è “NON MOLLATE MAI”
. Nel Network è facilissimo iscriversi come è facilissimo mollare e quello che non succede  in 3/5 anni può succedere in 3/5 giorni. Pensate che la mia sponsor ha mollato e oggi avrebbe guadagnato il 30% su di me. Pensate quante gente smette e poi si pente o non saprà mai dove sarebbe potuta arrivare con questo business.

Altra regola è “MANTIENI LE COSE SEMPLICI”. Non dovete diventare grandi public speaker, grandi business-man per avere successo. Dovete essere autentici, reali, dire la verità e coinvolgere le persone nella vostra visione. Anche quando non guadagnavo nulla io ero in grado di coinvolgere le persone dicendo loro quello che avremmo fatto insieme.

Ci sono poi i passi pratici che sono l’invito, fare la lista contatti mettendo tutti senza pregiudizi. Io inizialmente ho fatto l’errore di avere pregiudizi, scartando gli imprenditori e persone che in quel momento avevano più soldi rispetto a me pensando che mai avrebbe aderito a questo progetto.

Pensavo all’inizio che il Network Marketing era per la casalinga, un lavoro in più solo  per arrotondare e non avevo la visione.

Oggi il mio atteggiamento è far percepire alle persone che sono io che sto facendo a loro un favore facendogli conoscere dei prodotti eccezionali che veramente funzionano e offrendogli la  possibilità di avere un guadagno extra o pazzesco tutti i mesi.

Tu devi credere nel Network Marketing, devi credere nel prodotto o servizio che tu condividi, devi credere in te stesso perché se tu parli con una persona e dentro hai già paura di condividere e neanche tu ci credi veramente, la persona che hai davanti lo percepisce.

Grazie alla mia partecipazione ad eventi internazionali, quando ho visto donne che guadagnavano cifre che non mi sembravano nemmeno possibile guadagnare in un anno, uomini in carriera mi sono detta “Se questo succede in America perché non dovrebbe succedere anche in Europa ?io lo faccio”.

La parte iniziale è fondamentale.

Poi ci vuole, perseveranza, costanza, non lasciarsi demoralizzare dai NO, perché arriveranno sempre. Anche oggi io ricevo dei NO. Il NO spesso deriva dal fatto che la persona ha paura di non farcela. Il NO non viene dato a voi, il NO viene dato all’opportunità. Non tutti possono fare Network.

Nel momento in cui tu hai capito le regole del Network Marketing ed hai raggiunto un livello importante, a cosa ti sei dedicata maggiormente? Brand Identity, formazione o crescita personale?
Io mi sono dedicata a concentrarmi sul mio TEAM
. Più che pensare al mio Rank, ai miei guadagni, mi focalizzavo sui guadagni e rank del mio team. Facendo questo in automatico crescevo anche io.

La cosa più bella del Network Marketing è che solo aiutando gli altri, facendoli crescere, promuovendoli, TU cresci. Ho capito dove e come inserire le persone, aiutarle e creando le giuste sinergie. Non sono andate sempre tutte bene ma è normale perché il Network Marketing è fatto di persone.

All’inizio io ho iniziato per denaro, poi mi è piaciuto il riconoscimento. Oggi che ho avuto tutto, ho pagato tutti i miei debiti, economicamente sto bene molto più di quanto avrei potuto immaginare, la soddisfazione più grande è vedere il successo degli altri.

Una volta che hai creato le fondamenta, il tuo focus è concentrarti su di loro e farli duplicare e crescere.

Ci vuole formazione ma io ho visto persone che si focalizzavano solo sulla formazione e non andavano in azione, mentre nel network impari mentre lo fai. Soprattuto le persone molto analitiche, matematiche è come se “non sanno tutto” e allora non si sentono pronte. Io se dovessi aspettare il giorno che so tutto ad oggi non sarei ancora partita.

Sicuramente non devi iscriverti e non saper nulla,  non puoi parlare con il mondo, mandare email e video e bruciarti tutti i contatti. Un minimo di formazione devi averla, saper rispondere alle domande è fondamentale e mentre impari riesci ad andare in azione. Proprio perché l’azione, cioè la telefonata, la presentazione dei prodotti, il follow-up,  è la parte più difficile, molte persone si nascondono dietro al fatto che devono fare più formazione.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Tu sei per un approccio One To One o un utilizzo degli strumenti social?
Ancora oggi io faccio le presentazioni in casa. Uso entrambi le strategie.

L’offline nel One To One, nelle riunione in casa o negli alberghi e naturalmente negli incontri più grandi.

L’online invece va usato con molta intelligenza perché comunque a nessuno piace essere spammato / disturbato. Anche io quando vado a fare shopping e trovo la persona che mi impone un acquisto spruzzandomi profumo e facendomi provare una crema mi irrita perché non sono stata io a chiedere. Se tu vai su Facebook e vuoi vedere foto dei tuoi amici, parenti, feste e continui invece a vedere foto di prodotti in tutte le salse… questo non va bene.

Io uso i social media per attrarre con lifestyle, con un post mentre uso il prodotto ogni tanto, creare curiosità, condividere i riconoscimenti ma senza esagerare. Bisogna condividere la propria vita e far capire alle persone che attraverso la propria azienda siamo arrivati a questo stile di vita e che grazie al network ora ho tutto questo, senza però mai esagerare. Le persone ti osservano online, vedono sei sei persistente e se magari all’inizio ti hanno detto no, continuando a seguirti potranno cambiare idea.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Quale è il tuo prossimo obiettivo e che consigli dai a chi si sta avvicinando al Network Marketing e a chi già fa parte di questa industria?
Il mio obiettivo è quello di aiutare il mio team a crescere e far nascere nel 2019 dai quattro ai sei diamanti. Il diamante nella mia azienda è 1.000.000 di dollari l’anno di guadagno quindi una bella sfida per me e per il mio team.

Per chi inizia adesso voglio dire di “non ascoltare quelli che vi vogliono rubare i sogni”.

Ispiratevi a persone che hanno veramente risultati e successo. Il network è il business del futuro ed è un business pazzesco e meraviglioso.

Meno male che non ho ascoltato chi inizialmente mi parlava negativamente del Network Marketing.

Articoli correlati

Intervista a Elisabetta Reggio, Zaffiro Elite Jeunesse Global

La redazione

Intervista a Andrea Cesaro, Silver Ambassador Evergreen Life

La redazione

Intervista a Emma Mantovani, Senior Ambassador Lyconet

La redazione

Lascia un commento

Per offrirti un' esperienza di navigazione efficace il nostro sito utilizza dei Cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Chiudi Trattamento dei dati personali