Storie di successo

Intervista a Giovanni Corsaro e Jessica Arrais, Executive Leader DUOLIFE

Un saluto a tutti gli amici di Networker Magazine. Oggi qui con noi abbiamo una coppia, marito e moglie, che ormai da diversi anni lavorano nel settore dell’industria del Network Marketing e che hanno sicuramente da raccontarci una storia che sarà di ispirazione a tante persone che vogliono intraprendere questo business in “coppia”.

Oggi sono qui con noi Giovanni Corsaro e Jessica Arrais, Executive Leader DUOLIFE.

Ciao Cristian grazie mille per questa opportunità di condividere la nostra storia con tante persone. Io e Jessica stiamo insieme da vent’anni, sposati da quasi undici anni e abbiamo due splendidi bambini e un terzo in arrivo tra qualche mese.

Giovanni: La nostra storia inizia nel mondo del Network circa dieci anni fa. Io ex Sottufficiale della Marina Militare e Jessica parrucchiera titolare di un salone. Avevamo due ottimi lavori entrambi, guadagnavamo anche abbastanza bene, però mancava una componente che era il tempo.
Siamo fermamente convinti, che avere soldi e non avere tempo per godersi i soldi non ha molto senso. Quindi abbiamo parlato, abbiamo deciso un po’ insieme di cercare un ‘alternativa e l ‘alternativa l ‘avevamo trovata nel Network Marketing.

Jessica: Abbiamo trovato questa alternativa proprio per cercare di avere più tempo libero da dedicare ai nostri figli. Abbiamo trovato un ‘azienda in cui abbiamo collaborato tre anni. Abbiamo avuto dei risultati bellissimi soltanto che poi, come a volte può capitare, succedono delle cose che ti allontanano da questo business e per un periodo ho pensato di accantonare questa attività. Quello che succede però è che quando sei in questo mondo, in quest’industria se la lasci … ti manca.
Giovanni ha continuato, ha cercato, finché non ho trovato Duolife, dove io mi sono tra “accodata” a lui.

Giovanni: Avevamo accantonato il network, soprattutto Jessica, perché ci eravamo resi conto a un certo punto che purtroppo nel 99 ,9 % dei casi quando finisci in una rete sbagliata, con persone interessate purtroppo solo al denaro, ai fatturati e nient ‘altro, lì ti fai un po’ male… anche perché comunque noi nel network ci crediamo.
Io ho lasciato un posto come quello della Marina Militare. Jessica ha chiuso il suo salone da parrucchiera ben avviato da oltre un decennio. Se abbiamo fatto un passo del genere è perché nel network noi ci crediamo veramente.

Jessica: Quando Giovanni ha trovato Duolife, io sinceramente all ‘inizio ero titubante perché ero rimasta un scottata dall’esperienza precedente e non volevo ricadere tra in una situazione similare, anche perchè io sono un po’ più sensibile sui rapporti umani, su come vengono trattate le persone. Poi però ho visto i risultati di Giovanni ho utilizzati i prodotti per gestire la mia fibromialgia e quando ho iniziato a star meglio ho capito che poteva essere l’azienda giusta

vedevo che era un ambiente diverso, ho iniziato a inserirmi nel gruppo e quando sono andata ad un evento a Roma ho visto l’umanità di di tante persone.

GIOVANNI: In DUOLIFE abbiamo costruito una rete di qualche centinaia di persone in tutta Italia prima e poi abbiamo avuto anche dei collaboratori in in Inghilterra, in Slovacchia, in Francia, insomma pian piano ci siamo anche un po’ allargati e addirittura siamo arrivati fino in Australia senza sapere come… perché poi la magia del network è questa che magari la persona ti porta a persona e te non arrivi in posti dove non avresti mai immaginato di arrivare.

Alla fine in Duolife abbiamo trovato un ambiente molto umano che è la cosa che noi volevamo.

Ascolta tutta l’intervista sui nostri canali SPOTIFY e SPREAKER

Giovanni: Abbiamo lasciato i nostri lavori, prima vivevamo in città, in mezzo al traffico, tutti i rumori della città, ci siamo trasferiti da due anni in questa parte, sui monti, al confine con il Piemonte, tra cavalli, mucche, caprette, fiumi.

È cambiato il nostro rapporto, anche il nostro matrimonio. È migliorato, è sempre stato un ottimo rapporto il nostro sempre, ma negli ultimi due anni è letteralmente esploso in positivo. I nostri bambini non si vogliono più allontanare da qua, soprattutto mia figlia, la grande, era sempre col muso in città perché poteva uscire poco il traffico. Qui sono sempre in giro nel prato e quindi la nostra vita è veramente cambiata da zero a cento.

Il network vi ha permesso comunque di raggiungere quegli obiettivi che tu Giovanni ci dicevi anche all ‘inizio che era la libertà, il tempo, la qualità della vita con la vostra famiglia.,Tu Giovanni hai iniziato il network effettivamente per il business rispetto a Jessica che magari l ‘ha iniziato per il prodotto.

Giovanni: il mio approccio al network è stato in diretto perché più di dieci anni fa ho conosciuto la crescita personale tramite un libro. Ho scoperto che è una cosa che io adoro. Io ho una libreria intera credo centinaia di libri sulla crescita personale e ho fatto corsi in tutta Europa sulla crescita personale spendendo credo oltre 15 mila euro perché è una cosa che adoro, amo tantissimo e sono sicuro che ha cambiato anche quello in parte la mia vita. Un giorno vengo a scoprire che tramite un caro amico nel network marketing la crescita personale è praticamente la base del network, si parte proprio da lì, devi diventare una persona migliore per ottenere risultati migliori nella vita. Così mi sono avvicinato, ho capito un po’ come funzionava e mi sono detto ma perché no, se c ‘è qualcosa che amo, la crescita personale associata al business quindi per rispondere alla tua domanda sì mi sono avvicinato più al business che non al prodotto ed è partito tutto da lì anche se poi in realtà io ho risolto un problema gravissimo di asma perché io sono asmatico allergico grave da piccolo e negli ultimi tre anni grazie ad un protocollo seguito da una dottoressa effettivamente io non prendo più antistaminici che prendevo da una vita quindi anche dal punto di vista della salute per quanto mi riguarda, ho avuto degli importanti cambiamenti.

E tu invece, Jessica, dopo aver scoperto il prodotto, hai ricominciato anche tu a fare network e oggi com ‘hai impostato anche i ritmi della tua vita grazie a questo lavoro?

Jessica: Io in Duolife l ‘ho impostata sul prodotto, però dieci anni fa non l ‘avevo impostata sul prodotto, l ‘avevo impostata anch ‘io sul tempo libero e il business, mentre in Duolife ho avuto un ‘ottica completamente diversa, perché comunque io avevo il negozio, andava molto bene, però non stavo bene di salute, quindi ho iniziato a buttarmi sul prodotto perché ho visto che comunque mi adatto veramente ehm tanto. Io adesso ehm diciamo ci dividiamo i ruoli io sono più quella sul prodotto mi sono specializzata soprattutto sulla linea al collagene io sono un amante del collagene a 360 gradi quindi ho tratto quello spesso faccio i corsi per le ragazze sul collagene come si utilizza che tipo di collagene eccetera eccetera quindi ho impostato molto il lavoro proprio sul prodotto a differenza sua invece che l ‘ha postato in modo diverso.

Raccontateci come sviluppate voi il vostro lavoro durante la giornata, come è composto il vostro team.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Giovanni: Io da buon ex militare molto schematico, nel nostro percorso creato un percorso di formazione che io ho chiamato Accademia Tattica, proprio perché ho trasportato un po’ di quella che è la disciplina militare all ‘interno del network, l ‘ho un po’ riadattata e quindi io inizio da lì.
Poi pianifico Zoom, dove vado a fare incontro con dei nuovi contatti, nuovi prospetti, nuovi clienti sulla parte business, quindi parte network, oppure mi occupo della formazione, organizzazione del lavoro dei leader del nostro team quindi insieme a loro vado ad analizzare i fatturati, i lavori da fare, cosa c ‘è da fare in settiman.

Jessica: Io faccio una cosa leggermente appunto diversa io appunto trattando più il prodotto io magari mi metto lì e faccio più live sul prodotto spiegando il prodotto, faccio i beauty party, organizzo beauty party online e offline dove facciamo provare alle persone questi tipi di prodotti, spiego che prodotti sono, la differenza tra un prodotto e un altro e quindi mi occupo soprattutto di questa parte qua, di formare appunto le ragazze, dare consigli su cosa utilizzare, cosa non utilizzare e poi anche io come Giovanni aiuto i leader soprattutto sulla parte prodotto quindi tramite un gruppo che abbiamo postare il prodotto piuttosto che invece tra virgolette una problematica o qualcos’altro inerente o alla parte capelli visto che sono una parrucchiera oppure per quanto riguarda la cosmetica.

Ascolta tutta l’intervista sui nostri canali SPOTIFY e SPREAKER

Nel vostro team avete tante altre coppie che lavorano o magari c ‘è un lavoro che fate per farli arrivare ad essere una coppia nel business?

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Abbiamo tante altre coppie nel team con le quali lavoriamo molto bene perché capiamo le problematiche, marito -moglie, casa -network e quindi ci troviamo molto bene con loro.

Giovanni stai trasferendo la formazione di crescita personale anche al tuo team?

Giovanni: Assolutamente sì, faccio settimanalmente almeno una volta a settimana un ‘ora di formazione di crescita personale, a volte anche due o tre volte, dipende poi dalle settimane, però almeno un ‘ora a settimana noi la dedichiamo alla crescita personale. Non parliamo di network, di business, di soldi, di prodotti ma solo ed esclusivamente di crescita personale e soprattutto il sabato io ho creato un evento dove apro le porte a chiunque, anche a persone che non fanno network o che sono in un altro network che ha piacere di partecipare.

A noi interessa un network sano fatto di persone sane che stanno bene, che migliorano la propria vita come è successo a noi.

Jessica e domanda per te, naturalmente tre figli, come riesci ad organizzarti con loro in tutto questo business che comunque vi vede da protagonista in questo momento?

Ad agosto vedremo come mi dovrò riorganizzare di nuovo 🙂

Nella prima parte della mattina mi dedico a impostarmi il lavoro quando i ragazzi sono a scuola. Nel pomeriggio faccio quei lavori che magari mi richiedono un po’ meno tempo in modo da riuscire a dedicare anche tempo a loro per star dietro ai compiti soprattutto col maschietto che ne ha più bisogno e poi dedicarmi verso la fascia serale per la cena e a seguire a programmare il lavoro per l ‘indomani.

Noi abbiamo raggiunto una serenità che in questo momento è probabilmente tutto l’oro del mondo che abbiamo sempre desiderato e che facevamo fatica a raggiungere.

Quali sono i vostri prossimi obiettivi?

Il prossimo obiettivo che è quello di diventare Direttori a livello italiano. È un risultato importante, sia in termini economici che termini personali perché come ti abbiamo detto noi crediamo in questa azienda in una maniera infinita.

L’anno scorso abbiamo avuto un grosso problema personale. Qualunque altra azienda ci avrebbe detto ragazzi mi dispiace, spero riusciate a risolvere in fretta. L’azienda invece c ‘è venuto incontro e ci ha dato una mano a risolvere tutto questo. Lo stesso Presidente ci ha scritto, ci è stato vicino e ci ha dato una mano in un momento in cui lui non era tenuto a darci una mano.

Allora Jessica, che consigli ti senti di dare a tutte quelle donne che vogliono iniziare oggi a fare network marketing?

La prima cosa è di non avere paura, perché la maggior parte delle persone hanno paura. Trovare qualcuno, non dico un ‘azienda, qualcuno più affine a se stessi, che ti possa aiutare in questo cammino. Non dire no a priori, non fa per me, non ce la farò mai …

Il network per le donne, per le mamme, per le persone che come facevo io prima vivevo dalla mattina alla sera in un negozio e vogliono avere più di tempo il network marketing è la scelta migliore che si possa fare senza spaventarsi e cercando di andare oltre alle proprie credenze.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Che cosa ti senti di consigliare a quegli uomini che spesso sono contro le mogli che fanno questa attività?

Direi che è il momento di capire per noi maschietti che le donne sono più potenti degli uomini, quindi se noi solo permettiamo alle nostre mogli di essere libere, di lavorare, di prendere delle decisioni, molte persone si renderanno conto di quanto una donna può essere potente e trascinante all ‘interno del nucleo familiare.

L’altro consiglio è quello di provarci sempre, perché oggi il mondo del lavoro è diventato non meritocratico, sottopagato soprattutto in Italia e tante volte un padre di famiglia si ritrova a dover fare delle rinunce o dover dire no ai propri figli senza senso, senza un vero e proprio motivo logico. Quindi guardate al network con altri occhi, non con gli occhi di chi vi ha fregato, con gli occhi dello zio, del cugino, del vicino di casa che vi dice che sono fregature, cavolate, ma prendete informazioni, seguite una persona che ha risultati importanti, parlate con quella persona.

Quindi di approfondire perché questo è il lavoro per noi il lavoro più bello del mondo.

Ascolta tutta l’intervista sui nostri canali SPOTIFY e SPREAKER

Articoli correlati

Guy Demarle, BE SAVE NO PLASTIC

La redazione

APLGO, il riassunto del Webinar del Presidente: Un mondo di energia per nuovi successi!

La redazione

NANO SYSTEM: GOCCIA appuntamenti da non perdere

La redazione

Lascia un commento

Per offrirti un' esperienza di navigazione efficace il nostro sito utilizza dei Cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Chiudi Trattamento dei dati personali