Formazione

“Sei stanco delle porte sbattute in faccia? Allora questo farà al caso tuo” di Andrea Cesaro

Vendere è difficile.

Se fai Network Marketing a livello professionale (o qualsiasi altra attività di imprenditorìa), questa cosa la sai… eccome se la sai!

La gente ama comprare, però, quindi la cosa non dovrebbe essere così difficile.

Eppure quando cerchi di vendergli qualcosa… apriti cielo, sembri il peggiore dei criminali!

Eh, già, vendere è molto difficile.

Ed è ancora più difficile quando lo fai alla vecchia maniera.

Sì, intendo come lo fanno la maggior parte dei Networkers… con la motivazione, la condivisione, il parlare a tutti e le solite boiate.

Ci credo che, in questo modo, invece di vendere ti prendi cazzotti in faccia!

Purtroppo, qui in Italia, sembra che la vendita non si sia evoluta e sia rimasta ferma agli Anni ‘80 Americani, quando la gente viveva ad un certo livello di benessere ed era più propensa a comprare… anzi, era shopping-dipendente proprio.

Nonostante sia bello vivere dei sogni, però, bisogna rassegnarsi alla realtà: oggi, nel 2020, non è più così.

Ora VS allora

Anni fa c’è stato il boom economico, quindi, di conseguenza, anche il boom della figura del venditore porta a porta, che trovava terreno fertile ovunque andasse, visto che la gente aveva molta più propensione all’acquisto.

Gli bastava avere un buon prodotto, un bell’aspetto, una buona parlantina per fare salotto con le signore (da sempre le più predisposte a comprare)… e il gioco era fatto.

Prova a farlo adesso?!

Non riceverai che NO, NO e ancora NO… se ti va bene; altrimenti, porte sbattute in faccia e insulti.

Al giorno d’oggi, chi decide di affrontare il mercato del Network Marketing armato solo di vendita sfacciata va incontro ad una vita decisamente molto dura.

Sono pochissimi quelli che ancora riescono a fare i soldi in questo modo… ammesso che ci siano ancora… io non ne ho incontrati finora, sinceramente.

Tutti gli altri reggono per un periodo, ma poi mollano miseramente.

Ma, quindi, qual è il problema fondamentale di questi personaggi (quasi tutti) che vanno all’assalto dei prospect armati solo di “Venghino signori venghino” e “È un’occasione che capita una sola volta nella vita”

Vecchio stile ai tempi moderni

Il problema è che i venditori moderni continuano a voler applicare le tecniche di vendita dei vecchi venditori Anni ‘80.

Non fraintendermi: io non condanno il vecchio per osannare il nuovo, anzi, dalle vecchie guardie c’è sempre da imparare, nel lavoro come nella vita.

Tuttavia, l’evoluzione serve a qualcosa e le vecchie tecniche di vendita, ormai, dovrebbero essersi evolute col passare del tempo… invece no!

I venditori di oggi pretendono di andare all’assalto come cinghiali impazziti e pretenderebbero anche di fare i soldi, quando, al contrario dei loro predecessori, loro si ritrovano a far fronte ad una serie di ostacoli senza precedenti.

  • Diffidenza
    La gente non apre la porta di casa nemmeno ai parenti tra poco… e dovrebbero aprire la porta ad un piazzista qualunque?
  • Informazione
    Una volta le persone le raggiravi come volevi, perché non avevano internet a portata di mano per andare a vedere se quello che gli stavi dicendo era vero o una cavolata.
    Adesso, invece, è diverso e i tuoi potenziali clienti sono molto più sgamati… a volte anche più di te.
  • Disinformazione
    Ma può anche accadere il contrario: i tuoi potenziali clienti possono essere talmente abili con i mezzi di informazione da farsi idee completamente sbagliate di ciò che vendi… e un’idea è difficilissima da sradicare.
    In sintesi: se vendi un depuratore dell’acqua e loro hanno sentito che i depuratori dell’acqua ti uccidono nel sonno e sono convinti che lo faccia… prova tu a vendergli un depuratore dell’acqua!
  • Saturazione del mercato
    Nonostante ognuno pensi che il suo prodotto è unico e inimitabile… non è così.
    Come minimo ci saranno almeno altre due aziende che producono lo stesso prodotto “unico e inimitabile” che l’azienda per cui lavori dice di possedere in esclusiva.
    Non hai niente di innovativo per le mani e il tuo mercato di riferimento è già pieno di aziende e di venditori che vendono la stessa roba che proponi tu.
  • Crisi economica
    Io prendo sempre in giro chi dà la colpa della sua mancanza di soldi alla crisi, ma devo ammettere che, al giorno d’oggi, la situazione è decisamente nera e le famiglie italiane non arrivano a fine mese (complice anche l’incapacità delle persone di gestire le proprie finanze, ma questo è un discorso a parte).
    In questa situazione, dunque, credi davvero che queste persone tireranno fuori i loro preziosi risparmi per darli a te che vendi ciarpame come mille altri?
    Anche no.
  • Mancanza di interesse
    Alla gente interessa di se stessa, dei propri problemi e di ciò che li può risolvere.
    Se arrivi tu, tutto impomatato, a far vedere quanto sei bello e quanto è bello il tuo prodotto… credi che alla gente freghi qualcosa? Che ti veneri come un dio?
    No.
    Gli dai solo fastidio, quindi li allontani da te, quindi non gli riesci a rifilare niente.

Con questa situazione, neanche i migliori venditori americani degli Anni ‘80 riuscirebbero a cavare un ragno dal buco.

Ecco perché, in America, negli anni, si sono evoluti e hanno trovato una soluzione per ovviare a questa situazione che si è venuta a creare con l’avvento di Internet e con l’aumento delle aziende che ricorrono al metodo di vendita del Network Marketing.

Il punto è che pare che qui in Italia questa evoluzione non sia per niente pervenuta.

Ma di quale tipo di soluzione sto parlando?

Il Marketing a sostegno della Vendita

Si tratta “semplicemente” dell’inserimento del marketing all’interno del processo di vendita.

Quel marketing di cui spesso parliamo e che ogni azienda di successo (o che persegue il successo) applica.

Il marketing è nato quando i Networkers (e i venditori in generale) hanno cominciato ad incontrare resistenze da parte delle persone che approcciavano come potenziali clienti.

Quando hanno visto che le persone iniziavano a guardarli storti, a fare loro domande sospettose, a non volergli più aprire la porta… non hanno continuato sulla loro strada, testardi come muli, con la loro parlantina e il loro prodotto, ma hanno trovato una nuova arma che gli permettesse di abbattere quelle barriere che si erano frapposte tra loro e i loro soldi… pardon, clienti.

Il marketing, appunto.

Quindi, invece di vedersi piombare in casa il venditore, le persone hanno cominciato a ricevere lettere (sales letter), libriccini (report), pacchettini regalo (pacconi).

Oggetti apparentemente inanimati e innocui che, però, hanno il compito di sostituire la presenza del venditore, guarda un po’.

E non solo sostituiscono la sua presenza: la moltiplicano!

Quei materiali sono ovunque, prima che il cliente diventi cliente e dopo che lo è diventato; il venditore sarà sempre presente per lui attraverso tutti quei materiali che non faranno altro che tenerlo al primo posto nella mente del cliente.

Cioè… non so se mi sono spiegato.

* * *

Impara questo.

Impara che il marketing è l’unica soluzione per poter vendere, al giorno d’oggi.

Fai tua questa regola e applicala e vedrai che il tuo business comincerà ad andare in maniera molto diversa, rispetto a come procede ora.

Che dici?

Vale la pena fare questo passaggio per smettere di ricevere porte sbattute in faccia e cominciare davvero a guadagnare dalla tua attività di Network Marketing?

Io direi proprio di sì.

* * *

Per ricevere dritte, info e novità dal mondo del Network Marketing professionale, iscriviti al gruppo Telegram di Caesar Networkers: ogni giorno delle incredibili pillole formative per costruire e rendere solida come la roccia la tua attività di network marketing!

Aut Caesar, aut nihil!

Articolo di Andrea Cesaro, Caesar Networkers

Articoli correlati

Come fare il contatto veloce nel Network Marketing di Alberto Consoli

La redazione

I cinque pilastri della tua scalata di Networker di Simone Scognamiglio

La redazione

Lo sai scrivere un annuncio efficace? Diventa una potente calamita attira-persone! – PARTE 1/4 di Andrea Cesaro

La redazione

Lascia un commento

Per offrirti un' esperienza di navigazione efficace il nostro sito utilizza dei Cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Chiudi Trattamento dei dati personali