News

GUY DEMARLE: 5 gesti ecologici per fare bene al pianeta

Vuoi diventare parte di un mondo più verde?

E se non sai come fare, cucinare è il posto perfetto per iniziare! È tempo di agire adottando i seguenti 5 gesti ecologici!

1. Consumare prodotti a km zero e stagionali

Se mangi frutta e verdura che non sono locali e fuori stagione, chiediti come sono arrivati nel tuo piatto. Importati dall’estero o coltivati in una serra surriscaldata, sono tutt’altro che perfetti quando si tratta di proteggere il Pianeta. Sia che abbiano causato un significativo inquinamento dovuto al trasporto, o che abbiano richiesto un enorme dispendio energetico per la loro cultura, devono essere evitati. Piuttosto preferisci frutta e verdura coltivate in piccole aziende agricole che praticano l’agricoltura ecologica. Non solo supporti gli agricoltori locali, ma ti prendi anche cura della tua salute consumando cibi molto più ricchi di sapori, vitamine e sostanze nutritive.

2. Riduci il consumo di proteine animali

Non puoi ignorare l’impatto ecologico della produzione di carne e della pesca eccessiva. Se nessun alimento è essenziale per il nostro organismo in senso stretto, d’altra parte gli italiani rimangono convinti del contrario e consumano 3 volte più proteine animali di quanto dovrebbero. Risultato, partecipano inconsapevolmente da un lato al degrado dei fondali marini e dall’altro alla deforestazione, al consumo eccessivo di acqua e alla produzione di gas a effetto serra per mantenere i terreni agricoli che dovrebbero alimentare gli animali. Ridurre il consumo di carne e pesce rimane il primo passo da adottare per passare ad una dieta più responsabile. Ma state tranquilli, ciò non significa diventare vegetariani durante la notte! Se è troppo difficile per te rinunciare al sushi o alla tua amata bistecca di manzo, non è necessario. Favorisci semplicemente la qualità rispetto alla quantità adottando una dieta flessibile!

3. Conservare meglio per evitare sprechi

Il consiglio finale per evitare sprechi? LA CONSERVAZIONE. Migliore è la conservazione, minore è lo spreco che si produce, che a lungo termine, si rivela dannoso per l’ambiente. Per fare ciò, sono disponibili diverse soluzioni come la refrigerazione, il congelamento o il cibo in scatola. Ma la soluzione migliore è ovviamente il sottovuoto d’aria. Molto più igienico del congelamento, mettere sottovuoto significa privare il cibo del contatto con l’aria, responsabile dell’ossidazione. Riesce quindi a respingere l’80% dei batteri, a differenza del congelamento che li mette solo a dormire. Di conseguenza, l’aspetto, la consistenza ed il gusto del tuo cibo vengono conservati fino a 5 volte più a lungo, proprio come le vitamine, i minerali e gli antiossidanti presenti al suo interno! Il dispositivo che ti consente di realizzare questo piccolo miracolo non è altro che Be Save®, il primo sistema di aspirazione d’aria automatico accompagnato dai suoi contenitori in vetro borosilicato.

4. Metti in ordine i rifiuti da riciclare

I rifiuti difficilmente biodegradabili e non organici, quando non vengono adeguatamente smistati, sono un vero veleno per il Pianeta. Per non commettere errori, informati sulle istruzioni di smistamento del tuo comune e crea un luogo specifico per ogni rifiuto. Scopri, ad esempio, che un contenitore di polistirolo o un contenitore di alluminio, con i coperchi già utilizzati non possono essere smistati. Ma l’ideale è, ovviamente, fare acquisti per scegliere i prodotti meno confezionati possibili. Scegli prodotti disponibili sfusi che trasporterai utilizzando la sacca porta verdura o in contenitori di vetro.

5. Rifiuti organici di compost

Quando si tratta di rifiuti organici da cucina come bucce di frutta e verdura, fondi di caffè o rimanenze di pasta, la soluzione da adottare è semplice. Dal momento che sono facilmente biodegradabili, lascia che il circolo virtuoso della natura formi il Compost. Fermenteranno per trasformarsi dopo pochi mesi in Compost, un fertilizzante naturale molto ricco per le tue piante. E quest’opzione è lungi dall’essere riservata ai proprietari di giardini. Esistono molte possibilità oggi per il Compost, sia in città che in campagna, come il Compost di quartiere! Vedrai che i tuoi rifiuti diminuiranno considerevolmente e parteciperanno alla protezione del Pianeta perché i rifiuti compostati non richiedono alcun trasporto verso il centro di riciclaggio, né il dispendio energetico da riciclare, incenerire o immagazzinare.

Scopri tutta la gamma Be Save su www.besave.guydemarle.it

Diventa cliente SMART STAR: https://www.guydemarleperte.com/

Ufficio Stampa: GUY DEMARLE

Articoli correlati

Networker Magazine da oggi su Spreaker e Spotify

La redazione

COLWAY INTERNATIONAL: EveryDay Care

La redazione

GUY DEMARLE: 10 alimenti per dormire meglio

La redazione

Lascia un commento

Per offrirti un' esperienza di navigazione efficace il nostro sito utilizza dei Cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Chiudi Trattamento dei dati personali