Network Marketing

“La Terapia d’urto nel Network Marketing” di Andrea Cesaro

La cosiddetta “Terapia d’urto di fine mese” è un processo indispensabile da attuare nel network marketing, in particolare se hai una team di persone affiatate.

Come sai, nel network marketing si viene pagati solitamente su base mensile, ossia sugli sforzi e i risultati prodotti in un mese di lavoro: ecco perché diviene indispensabile fare le dovute previsioni e azioni che vadano a incidere sul mese, soprattutto nella parte finale di questo.

Facciamo un passo indietro.

La media dei risultati della grande maggioranza dei team che ho avuto il piacere di conoscere (principalmente per consulenze) parla chiaro: solitamente i primi 10 giorni del mese sono discreti, quelli centrali abbastanza lenti e gli ultimi 10 giorni sono tendenzialmente molto pieni ed entusiasmanti.

Ho avuto spesso modo di appurare l’esistenza di questa legge, quasi un meccanismo automatico cosmico che ricorda un po’ quello dell’“80-20” della Legge di Pareto, per capirci).

Eccezioni a parte, il 50-60% dei fatturati mensili del nostro settore avviene negli ultimi 7 giorni del mese. Non parliamo poi di cosa accade negli ultimi 3 giorni…

Perché accade questo? Per quale motivo questa legge continua insistemente ad imporsi (l’avrai sicuramente notata anche tu)?

Una di queste motivazioni è legata all’inguaribile capacità dell’essere umano di procrastinare.

Già da questa analisi puoi comprendere che non puoi cambiare questa legge. Puoi però intervenire per raddrizzarla e guidarla a tuo piacimento.

Qui di seguito tratterò un elenco di azioni da svolgere per finire il tuo mese nel migliore dei modi!

Organizza un Contest

Organizzare un Contest è quanto di più interessante (e divertente) tu possa fare per rilanciare una squadra!

Il Contest mette in competizione tutti i componenti della squadra e li incita a fare di più e di meglio.

Scegli alcuni premi, che siano ovviamente in linea con la tua cassa (e con quella dei tuoi colleghi che partecipano ai premi). Promuovi il tuo contest per tutto il mese. Una cosa sicuramente da fare, è tenere tutto il gruppo costantemente aggiornato sull’andamento dello stesso, in termini di punteggio. Naturalmente dovrai assicurarti di riconoscere i premi alle persone che si qualificano. Questo porterà molto valore aggiunto, oltre a nuove vendite e nuovi reclutamenti.

Gestisci perfettamente il processo di follow-up

Il segreto è nel follow-up… l’ho detto e ripetuto mille volte.

Ricorda: follow-uppare non significa insistere nel senso deteriore del termine… si tratta di ricontattare e risentire tutte le persone con cui hai avuto a che fare per esempio durante il mese.

Ricontattali e punta alla chiusura, avendo cura di tenere un report da aggiornare costantemente sull’andamento del processo.

Naturalmente l’effetto leva si dovrà sentire anche e soprattutto qui: fai fare lo stesso ai tuoi collaboratori, e assicurati che seguano fedelmente il processo. Non basta sapere che “l’hanno fatto”, dovrai operare una sorta di controllo certosino.

Ricorda: il buon networker delega tutto il delegabile, ma continua a operare un controllo pressante su tutto il processo.

Programma rapidi colloqui di fine mese

Quando il capo-squadra si fa sentire anche nelle downline più in profondità è sempre motivo di grande “risveglio” di attività.

Qui dovrai operare di concerto con gli altri capi-struttura, per non creare gelosie o invidie, o sensazioni di essere scavalcati: l’aspetto psicologico in questo caso è fondamentale, e ti raccomando di gestirlo bene perché è molto delicato.

Il rapporto con le persone è ciò che tiene in piedi una squadra che opera nel settore del network, è una sorta di cemento che unisce i vari mattoncini: un errore potrebbe risultare fatale

Programma quindi dei colloqui mirati con i migliori, e fai sì che partecipino ai colloqui con puntualità e forte senso di partecipazione. Dopodiché analizza insieme a queste persone la situazione dei loro obiettivi, e dai loro lo sprint finale per chiudere il mese in bellezza.

Prepara un video “motivazionale” per tutta la squadra

Chi mi conosce sa bene che detesto la motivazione.

Tuttavia esiste una “motivazione negativa” e una “motivazione positiva”: la motivazione positiva è quella che tutti dovrebbero portar dentro quando si accingono a fare network… nel mio caso, per esempio, se una persona non ha questa credenziale, la scarto in quanto non completerebbe mai la mia squadra.

Ma se ce l’ha, allora è un individuo su cui si può fare un certo lavoro. In certi casi, in certe situazioni può verificarsi un deficit di questa energia e si può operare uno “shock addizionale” per riportare immediatamente il collaboratore in stato attivo.

Nulla a che vedere con le riunioni motivazionali cui ci hanno abituati le aziende nel corso degli anni: qui si tratta di fare un buon video energico, che vada a dettare le linee guida degli obiettivi da raggiungere!

Farai poi circolare il video nei gruppi social, nelle chat, via mail, etc.

Il risultato sarà sorprendente.

Programma un evento dal vivo

Questo è ancora meglio: offline funziona tutto sempre meglio!

Un evento dal vivo è capace di creare un’identità di gruppo pazzesca, e si può modulare in modo più articolato rispetto a un semplice video.

Puoi prevedere per esempio anche l’arrivo di un ospite importante, che possa con la sua autorità spezzare un eventuale momento di stasi che intendi spezzare.

All’evento dal vivo puoi anche consegnare personalmente dei materiali di marketing creati per l’occasione, che vadano a incidere psicologicamente sulla mente dei collaboratori, allo scopo di rimetterli in carreggiata.

Fai molta formazione, dai riconoscimenti e consenti a chi si è un po’ spento di ritrovare la sua motivazione.

Crea un po’ di eccitazione nei ranghi, annunciando alcune novità imminenti!

Pianifica la tua settimana

Se non pianifichi dettagliatamente la tua settimana, non riuscirai a combinare un bel nulla: specialmente in un caso del genere, in cui dovrai ottenere il massimo risultato in poco tempo, se non sei iper organizzato… salti per aria!

Devi sapere esattamente cosa fare e quando farlo, e uno dei segreti è riempire la settimana fino a farla scoppiare, e darti un senso di urgenza, come già detto.

E’ chiaro che il discorso vale ancora di più se fai network marketing part-time, come nella stragrande maggioranza dei casi.

Muoviti: il ritmo crea energia! E fai fare altrettanto alla tua downline.

Uno dei modi migliori di organizzare la settimana è quella che in Caesar chiamiamo “La settimana del Presidente”: se vuoi saperne di più, contattami (vedi link al termine dell’articolo).

Monitora attentamente il tuo back-office

Solo monitorandolo costantemente saprai se gli obiettivi sono in linea con la tua aspettativa. Tu devi conoscere esattamente i tuoi incassi giornalieri (o i Punti Volume, se ragioni ancora in questi termini) tuoi e della tua squadra.

Mancando un monitoraggio attivo e costante, sarà come guidare una bellissima nave senza la bussola.

Va bene i primi 100 metri, in cui un grado di differenza non comporta grandi spostamenti: ma per grandi distanze, potresti trovarti a finire altrove, rispetto agli obiettivi.

Pertanto: gestisci e fai gestire bene questa parte fondamentale ai tuoi collaboratori, facendo loro comprendere l’importanza di iniziare a conoscere i numeri e come farli fruttare.

Assicurati che ogni persona sappia quanto è vicina all’obiettivo. Dai a ciascuno la spinta in più che serve.

Contatta tutti i tuoi ex-clienti ed ex-distributori

E’ il momento per contattare tutti i tuoi ex clienti e distributori e dare loro un incentivo per tornare.

In Caesar Networkers siamo abituati a inviare periodicamente delle lettere cartacee ai clienti che si sono fermati: questo perché è entrato in testa a tutti che non dobbiamo dimenticare nessuno per strada.

Trova una promozione speciale: un prodotto gratuito, delle agevolazioni per entrare nel team, etc.

Sii creativo.

Anche se riuscissi a far tornare l’1% dei collaboratori inattivi o ex-clienti, aumenteresti a dismisura la possibilità di arrivare ai tuoi obiettivi mensili, considerando di far fare la stessa cosa ai tuoi incaricati.

***

Concludendo, queste sono alcune delle azioni da intraprendere senza indugi per raddrizzare o potenziare il tuo mese: come hai visto serve una vera e propria terapia d’urto!

Una cosa che ho imparato a fare, non solo in questo settore, è trattare ogni giorno del mese come se fosse l’ultimo.

In altre parole: devi metterti un senso di urgenza, se vuoi rompere gli equilibri della tua zona di comfort.

Vivendo il tuo business in questo modo, otterrai molto ma molto di più in termini di risultati. Non dimenticare inoltre che sei nel settore del network marketing, dove in leva c’è il potenziale di squadra… che farà esattamente quello che fai tu!

Articolo di Andrea Cesaro, Caesar Networkers

Articoli correlati

“Vuoi ottenere più clienti per la tua attività? Allora apri bene le orecchie…” di Andrea Cesaro

La redazione

Comunicazione, Competizione e Divertimento di Andrea Bordin

La redazione

Intervista a Paul Zane Pilzer autore del libro “La nuova rivoluzione del benessere”

La redazione

Lascia un commento

Per offrirti un' esperienza di navigazione efficace il nostro sito utilizza dei Cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Chiudi Trattamento dei dati personali