Motivazione

La forza della gratitudine

La gratitudine è il processo inverso della paura.

La paura è uno stato confusionale che deriva dalla mancanza di informazioni; è focalizzarsi sulle cose negative che potrebbero accadere in futuro, piuttosto che sulle opportunità.
Questo stato emotivo ti paralizza, ti blocca e ti impedisce di fare azioni concrete per raggiungere i tuoi obiettivi.

LA GRATITUDINE, INVECE, INCENTIVA, MOTIVA, STIMOLA.

Ti permette di raccogliere informazioni su quello che sei e che hai e ti spinge a migliorarti per avvicinarti a ciò che davvero desideri. Vivere con l’attitudine alla gratitudine è il miglior modo per ottenere tutto il meglio dalla vita.

Come possono gli avvenimenti negativi della tua vita trasformarti in una persona forte e riconoscente?

Ti proponiamo la storia di un successo inaspettato; un racconto per capire come si può uscire vittoriosi da un momento di difficoltà e comprendere davvero cosa significhi essere grati e riconoscenti per la propria vita.

Questa è la storia di Michelle, che grazie all’innovazione nel campo della medicina, ha vinto il titolo mondiale del “Title Tall Class Figure” e ha dato alla luce una bambina, quando tutto ormai sembrava “perduto”.

Prenota il tuo posto: Tony Robbins Workshop Preview 9 e 10 Febbraio 2019 Roma

Michelle
“Avevo un grande sogno: vincere il titolo mondiale di Natural Body Building. Avevo programmato tutta la mia vita per il raggiungimento di questo obiettivo. Mi allenavo molte ore al giorno e seguivo un ferreo regime alimentare. Contemporaneamente stavo programmando il mio matrimonio: desideravo costruirmi una famiglia subito dopo aver raggiunto il titolo.

Improvvisamente, il mio cardiologo scoprì che il mio cuore si era seriamente ingrandito. Avrei dovuto sottopormi ad un’ operazione e sostituire la mia valvola aortica con una meccanica.

Mi crollò il mondo addosso.
Non avrei potuto allenarmi per tanto tempo, non avrei potuto competere con la stessa intensità e avere dei figli sarebbe stato abbastanza rischioso; avrei avuto bisogno di cure per tutto il resto della mia vita.
Fui colpita da una profonda depressione.
Durante i mesi in cui aspettavo la mia operazione, non dormivo bene, il mio cuore aveva i battiti sempre più accelerati e io diventavo ogni giorno più debole.

Per distrarmi guardavo la tv per tutto il giorno.
Poi, una notte, un programma catturò la mia attenzione: Tony Robbins, rivolgendosi alle persone che si trovavano in un momento di grande difficoltà, spiegava il potere delle decisioni per trasformare i propri sogni in realtà.
Mi ispirò così tanto che acquistai subito un suo audio corso.

Imparai, così, a cambiare i miei pensieri in positivo, a modificare il mio linguaggio per vedermi con occhi diversi e a focalizzarmi su una soluzione alternativa alla mia operazione.
Per giorni e giorni cercai su internet nuove tecniche, nuovi studi e modalità di operazione per sostituire le valvola aortica fino a quando trovai un dottore a Melbourne che aveva sperimentato una nuova forma di chirurgia: The Ross Procedure.

Si tratta di un tipo specializzato di chirurgia in cui la valvola aortica viene sostituita con la valvola polmonare di un donatore. Soprattutto nei bambini e nei giovani questa procedura offre diversi vantaggi rispetto alle tradizionali sostituzioni della valvola con protesi artificiali.
Con questa nuova tecnica e con l’assunzione di un’aspirina al giorno, avrei potuto continuare ad allenarmi e avrei potuto avere dei figli.

Parti per Melbourne e mi sottoposi all’operazione.
Dopo le mie 2 settimane di ricovero, fui in grado di ritornare a casa.
Furono giorni duri, durante i quali facevo ginnastica con la mia fisioterapista e mettevo in pratica tutti i consigli e le tecniche che avevo appreso da Tony.

Le mie condizioni migliorarono, tornai a competere e vinsi anche un certo numero di titoli, sempre accompagnata da mio marito.
Poi, venne il momento di affrontare la gara più importante per me: l’INBA Olympia world Title Tall class figure. Ero da sola a Las Vegas e vinsi la medaglia d’argento: ero felicissima.

La lezione che avevo imparato era che se davvero credi in te stessa puoi raggiungere tutti i traguardi che desideri.

Dopo solo 2 mesi rimasi incinta.
Oggi ho una bimba che è in perfetta salute: Sierra Skye.
Continuo ad allenarmi, a competere e ho intrapreso l’attività di formare e allenare i giovani atleti. Questo riempie la mia vita di gioia e significato.”

IL DONO DELLA GRATITUDINE.

Michelle ha superato con coraggio il suo momento di crisi e ha provato sulla sua pelle il sentimento di gratitudine nei confronti del medico che l’ha aiutata, nei confronti di se stessa e della vita.

Prova a fare lo stesso.
Guardati intorno e rivolgi un “grazie” a coloro che sono stati con te durante la giornata. Dona un sorriso ai tuoi collaboratori, ai tuoi superiori, ai tuoi amici alla tua famiglia.
Rafforza i legami con le persone che fanno parte della tua vita e fatti ripetutamente questa domanda: “Quanto sono fortunato ad avere una persona come lui/lei accanto a me?”.

Più sei riconoscente per quello che la vita ti offre, più sei in grado di sperimentare il massimo della gioia umana e della tua realizzazione.

Prenota il tuo posto: Tony Robbins Workshop Preview 9 e 10 Febbraio 2019 Roma

Fonte: Hi-Performance partner Networker Magazine

Articoli correlati

Gioco di Squadra di Riccardo Pittis

La redazione

La proattività nel business di Fabio Marchione

La redazione

Trasforma le tue passioni in business

La redazione

Lascia un commento

Per offrirti un' esperienza di navigazione efficace il nostro sito utilizza dei Cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Chiudi Trattamento dei dati personali