Storie di successo

Intervista a Roberto Terzini, Grand President World Global Network

Grazie dell’invito e della possibilità di condividere la mia storia con con tutti gli appassionati del Network Marketing che è diventato quello stile di vita che avevo sempre desiderato.

Siamo una famiglia di viticoltori, quindi imprenditori nella vecchia e cara industria tradizionale.

Qualche anno fa è scattata dentro me quella ricerca incondizionata di trovare un nuovo modo di fare business e quello che mi ha appassionato è stato il sistema commerciale del network marketing che è diventato anche l’argomento della mia tesi di Laurea.

Guarda l’intervista integrale su Youtube


Ho voluto approfondire questo sistema che ritengo sotto tutti i punti di vista qualcosa di incredibile sia per quanto riguarda l’azienda, che ha la possibilità di vedere i suoi guadagni crescere in maniera esponenziale e in pochissimo tempo raggiungere tutte le parti del mondo con rischi veramente bassi, sia per il networker che può garantirsi nel tempo un residuale, quindi una sorta di “stipendio”, lavorando con le giuste caratteristiche, strategie e formazione che possono cambiargli la vita.

Ed e proprio quello che è successo a me 8 anni fa quando ero alla ricerca di un network da intraprendere e guardandomi un po’ intorno volevo qualcosa di unico ed esclusivo perché studiando nei vari libri, la prima cosa che insegnano i grandi formatori di questa industria, è cercare un prodotto ed un’azienda che deve presentare qualcosa di veramente esclusivo che difficilmente trovi nel mercato tradizionale e anche all’interno della stessa industria del network marketing.

E’ capitato questo incontro con i fratelli Galdi, Fabio che è il nostro CEO e Alfonso ….
Guarda l’intervista integrale su Youtube

Eravamo tra quattro mura in un paese in provincia di Salerno precisamente a Cava de’ Tirreni, quando si parlava di far nascere questa azienda e non avevamo nulla, ne prodotti, ne slide, ne piano compensi, ne backoffice e dovevamo costruire tutto. Mi piaceva questa idea un po’ folle e visionaria.

Quando siamo partiti avevamo l’obiettivo di entrare nelle TOP 100 compagnie di Network Marketing al mondo e l’anno scorso abbiamo chiuso al 73° posto. Questi risultati li abbiamo raggiunti con un lavoro importante in giro per il mondo. L’ America è diventata il nostro mercato principale con 3 anni di ricerca, sviluppo, apertura dell’azienda, creazione del  customer services, logistica, coinvolgimento di leader all’altezza e poi l’Asia dove abbiamo fatto dei numeri che nel Network Marketing ti fanno volare e sognare.

Oggi abbiamo un nuovo obiettivo che è quello di entrare nel TOP 10 compagnie di Network Marketing al mondo.

Quando si ha una grande vision si può partire veramente da zero e si può diventare realmente qualcuno.

Il Network Marketing mi ha dato veramente tanto, continuerò a ringraziare quel giorno quando ho deciso di iniziare perché sono assolutamente convinto che sia una soluzione unica per chi desidera migliorare la propria vita e quella di tante altre persone.

La tua attività di Networker è continua e costante ogni giorno. Quali difficoltà riscontri nel far capire alle persone il vantaggio di entrare in questa grande industria?
Sicuramente il Network Marketing è semplice come concetto ma non è facile nel capire quali strumenti utilizzare se si vogliono raggiungere dei risultati. E’ come aprire un’azienda low-cost dove non ci sono rischi imprenditoriali ma altri rischi come per esempio avere delle reti non formate, non all’altezza e in poco tempo ritrovarti da solo e dover ricostruire da capo.

Ho capito le regole del Network Marketing e non ho mai paura di dover ricominciare da zero.

Non mi sono mai demoralizzato quando le persone hanno fatto altre scelte ed ho capito che in quel momento storico non erano pronte a seguirmi, non erano pronte a superare quelle difficoltà perché non avevano quel forte “PERCHE’“dentro di loro.

Ad oggi continuo a lavorare sul mio database di contatti. Ci sono miliardi di persone nel mondo basta trovare il PERCHE’ una persona debba avvicinarsi a te, entrare nel tuo business e a quel punto indicargli la strada più semplice e meno tortuosa per raggiungere il suo risultato.

Quello che mi piace di questo sistema che è  anche la problematica, forse tra le più comuni e più grandi, è che a volte bisogna ripartire da zero, e se non hai una psicologia “robusta” spesso non ce la fai ma con le giuste guide, la giusta azienda, i giusti formatori sicuramente trovi la strada per rialzarti e portare avanti quel tuo progetto che ti porta a raggiungere il tuo sogno e desiderio.

Che consiglio ti senti di dare a chi inizia a fare Network Marketing e al terzo/quarto NO dicono “non è una attività che fa per me”, “c’è qualcosa che non funziona nel sistema”.
Tanti formatori dicono che più NO prendi più SI stanno per arrivare. Io la penso in maniera diversa e sono anche un pò contro la classica lista nomi che ti fanno fare.

Non è che non bisogna farla, ma nel frattempo che tu crei la tua lista nomi stai già selezionando delle persone. Io credo che un buon networker che si approccia per la prima volta a questo business non deve porre e mettere il pregiudizio di fronte a nessuno.

Al massimo prendi più NO, ma io condividerei la chance e l’opportunità che stai presentando a chiunque.

Alcune volte si trovano delle motivazioni del PERCHE’ una persona debba intraprendere il business insieme a te che non si riscontrano all’interno del piano compensi, nel prodotto, nella strategia ma in tanti altri motivi che semplicemente da una chiacchierata possono uscire fuori.

Fare una lista nomi crea un pregiudizio, mentre dentro di te deve arrivare una ispirazione di una lettera … e a quel punto vai dentro Facebook, dentro la rubrica del tuo cellulare e già vedi che hai centinai se non migliaia di persone. Almeno a 100 NO arrivateci prima di dire che non funziona e vi garantisco che nel frattempo che andate alla ricerca dei 100 NO avete già una squadra di 10/20 persone con la quale potete iniziare a costruire le basi del vostro business.

Nel Network Marketing si sente spesso la parola Momentum. Tu che 8 anni fa hai aderito ad un progetto nella sua fase di Momentum, ed oggi in Italia e Europa state vivendo una seconda fase così importante spiegaci cosa è e perché un Networker dovrebbe avvicinarsi a queste situazioni?
Guarda l’intervista integrale su Youtube

Tu sei un imprenditore e puoi testimoniare come chi ha già delle attività può fare Network Marketing in modo serio.
L’imprenditore si toglie delle grandi soddisfazioni se ha un business plan corretto, ha una giusta vision, sa quello che deve fare, conosce bene l’azienda e tutto ciò che ha attorno, ma è altrettanto vero che l’imprenditore ha anche delle difficoltà, specialmente in Italia, come le tasse, il tempo da gestire, i suoi dipendenti e tante altre criticità oltre al rischio di impresa che è molto alto.

Se a volte non trovi il business giusto, fare l’imprenditore è solo una parola.

Ci sono tanti imprenditori che non raggiungono l’utile a fine anno e scambiano tempo per soldi che non bastano per vivere la vita che hanno sempre desiderato e non hanno il tempo che si erano prefissati da dedicare alla loro famiglia, agli hobby, ai divertimenti.

Il Network Marketing per alcuni imprenditori è quella valvola di sfogo che gli permette di iniziare a riprendersi quel bene prezioso che è il TEMPO e dopo 2/3 anni di sacrifici arrivare a quel Momentum per chi non demorde mai.

L’imprenditore se è intelligente deve aprire un occhio e ascoltare con due orecchie quelle che sono le opportunità che oggi gli vengono presentate.

Quale è il tuo prossimo obiettivo e che consigli ti senti di dare a chi fa già network marketing e a chi si sta avvicendando a questa industria.
Il mio prossimo obiettivo è quello di aprire un quartier generale europeo della mia compagnia e creare la più grossa rete di network marketing all’interno della stesa e portare più persone possibili a raggiungere la loro indipendenza finanziaria.

Il consiglio che voglio dare è di fare le cose con CONSAPEVOLEZZA. Velocità, azione, rigore, abnegazione nel lavoro ma soprattutto tanta e tanta azione.

Ogni giorno è importante svegliarsi con la tua azienda, pensare tutto il giorno alla tua azienda e dormire con la tua azienda.

Quando arrivi a quel punto vuol dire che ti è scattato qualcosa dentro che è quella scintilla, quel fuoco che ti farà raggiungere grandi risultati.

Articoli correlati

Intervista ad Angelica Enache

Roberto Carboni

Intervista a Stefania Lo Gatto, Doppio Diamante Jeunesse Global

La redazione

Intervista a Andrea Sola e Alessandra Dell’Omo, Platino Amway Europe

La redazione

Lascia un commento

Per offrirti un' esperienza di navigazione efficace il nostro sito utilizza dei Cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Chiudi Trattamento dei dati personali