Storie di successo

Intervista a Alessandro Bruzzone, Direttore Mercati Esteri per Colway international e Membro del consiglio di amministrazione di Colway international Italia

Siamo felici di avere qui con noi oggi Alessandro Brozzone, Direttore Mercati Esteri per Colway international e Membro del consiglio di amministrazione di Colway international Italia.

Ciao Alessandro e benvenuto 🙂 Raccontaci tutto di te e di Colway International

Circa il 70% di tutto il tessuto connettivo del nostro corpo è collagene Il 30% della massa proteica totale del nostro corpo é collagene. Colway International è The collagen Company.

Il gruppo Colway è nato nel 2004 ed è specialista del collagene, nel 2015 è stata creata Colway International, società per azioni, per supportare tutti i nostri Partner che lavorano in unione europea. Dal 2017 siamo presenti in Italia con un’azienda dedicata, Colway International Italia srl.

Quindi il Partner italiano ha come riferimento un’azienda italiana con cui rapportarsi per tutto quello che concerne acquisto dei prodotti, logistica e pagamento delle provvigioni maturate.

Io lavoro con Colway International SpA Polonia da 5 anni, faccio parte del consigli di amministrazione dell’azienda Italiana e sono responsabile per lo sviluppo europeo.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Perche l’italia?

Già agli arbori di Colway avevamo un nutrito gruppo di clienti in Italia, quindi avevamo una base di persone da cui partire, clienti che già amavano la nostra filosofia aziendale. A livello strategico era quindi logico pensare di sviluppare il mercato italiano.

Poi ci sono i dati economici, che dicono che l’Italia è 4° mercato della Vendita Diretta nell’Unione Europea. Inoltre la legislazione italiana sia per la gestione degli incaricati alle vendite che per i prodotti, specialmente gli integratori alimentari, è all’avanguardia e a noi piacciono le sfide.

Quindi parliamo di collagene, l’offerta è ampia.

Certo, l’offerta di collagene è ampia. Il collagene ittico, estratto dai pesci, è la nostra passione e su di esso abbiamo costruito la nostra offerta commerciale. Ci siamo evoluti da un prodotto della fine anni 90 del secolo scorso che presentava problematiche logistiche, ovvero alle alte temperature italiane si scioglie e perde le proprietà dichiarate, e alcuni vincoli produttivi molto limitativi, e abbiamo creato un gel di collagene puro, che definiamo come collagene nativo, che è facilmente gestibile per essere venduto in tutto il mondo mantenendo le proprietà del collagene ittico. La tecnologia usata per la produzione è all’avanguardia e il processo, ovvero la successione dei passaggi per ottenere il collagene puro, è un segreto industriale. Pensa che solo 4 persone al mondo conoscono l’intero processo produttivo per produrre il Collagene Nativo.

Lo stesso collagene Nativo puro che utilizziamo nel gel di collagene viene liofilizzato e diventa la base per un integratore alimentare al collagene per sostenere da dentro la produzione endogena di collagene.

Avete altri prodotti oltre il collagene?

Il trattamento con il Collagene Nativo necessita che la pelle sia pulita prima e nutrita dopo, quindi abbiamo i prodotti che assicurano la giusta detersione prima e prodotti che ottimizzano l’azione del collagene, sono tutti prodotti cosmetici su cui lavoriamo internamente con il nostro reparto ricerca. Utilizziamo tecnologie all’avanguardia, per esempio l’estrazione supercritica alla CO2 per mantenere intatta le qualità naturali degli ingredienti. Parallelamente all’offerta cosmetica abbiamo l’offerta degli integratori alimentari.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Riassumendo avete in offerta cosmetici e integratori alimentari

Si, abbiamo due tipologie di prodotti per raggiungere il nostro obiettivo, il concept é offrire un percorso completo di benessere incentrato sulla bellezza. Il benessere inteso in senso esteso, completo e individuale sia dal punto di vista psicofisico che sociale. Per questo motivo rispettiamo profondamente i nostri Partner e con loro costruiamo il nostro percorso di crescita. Crediamo che la crescita dell’azienda sia intimamente collegata alla crescita delle persone che ne fanno parte. Maggiore è la crescita delle persone maggiore è il respiro a lungo termine del progetto aziendale.

E dal punto di vista dell’offerta di business?

Il piano compensi è ibrido, rafforzato da diversi strumenti che lo rendono molto interessante per chi ha un’approccio produttivo al lavoro.Ogni persona ha la possibilità di veder soddisfatti i propri bisogni nell’evolversi della carriera all’interno del piano compensi.

I guadagni diretti, che noi chiamiamo provvigione marginale variano tra un massimo del 40% fino al 20%, mediamente si attestano al 30%.

I guadagni indiretti sono la somma di diverse provvigioni per soddisfare i diversi approcci che i networker hanno, c’e chi si concentra sulle prime linee o chi lavora in profondità. A prescindere dal modello preferito ci sono bonus di avanzamento carriera, bonus auto, sconti addizionali sui prodotti, partecipazioni a conferenze internazionali.

Le provvigioni sono pagate settimanalmente a sistema e vengono tassate alla fonte, quindi l’incaricato alle vendite riceve direttamente sul proprio conto corrente il guadagno netto.

Ci sono promozioni sui prodotti?

Certo! Ci impegnano a proporre settimanalmente offerte sui prodotti in modo da andare incontro al mercato che è dinamico e attento alle possibilità di risparmio.

Puoi pensarci come un ecommerce, ci occupiamo di tutta la filiera sporca, del lavoro monotono, degli eventuali problemi e lasciamo ai nostri Partner la gioia di divulgare l’idea di benessere che trasmettiamo, di incontrare le persone e parlare dei nostri prodotti e di guadagnare per il lavoro di promozione delle vendita che fanno.

Che tipo di formazione mettete a disposizione della rete e quanto è importante per la vostra azienda?

Penso che la formazione sia in generale una condizione basilare per poter lavorare bene e diventa determinante nel Network Marketing.

Formare è sia passare informazioni che coinvolgere nel progetto aziendale, quindi è un azione win-win, sia la rete che l’azienda vincono nel farla. Abbiamo formazione sui prodotti per poterne spiegare le peculiarità e i tratti distintivi.

Personalmente tengo webinar sull’offerta commerciale e sul piano compensi. A gruppi definiti offriamo formazione sulla vendita, abbiamo appena finito un corso tenuto che ripeteremo a breve. Poi logicamente anche i nostri leader offrono alla propria struttura formazione secondo il proprio approccio che comunque è in linea con l’approccio aziendale.

Guarda l’intervista integrale su Youtube

Quali sono i vostri obiettivi nel breve, medio e lungo periodo in italia e nel mondo?

Abbiamo ridefinito i nostri obiettivi alla luce degli effetti della pandemia.

A breve termine vogliamo sviluppare ulteriormente il mercato italiano, stiamo lanciando in questi mesi 2 prodotti nuovi e per l’autunno ne stiamo preparando altri 2. Inoltre stiamo lavorando per portare con noi alla nostra prossima conferenza internazionale il doppio delle persone italiane che hanno partecipato alla precedente, e i dati ci dicono che supereremo ampiamente gli obiettivi.

Nel medio termine vogliamo potenziare la filiale italiana e stiamo valutando nuove soluzioni logistiche, per essere sempre piu vicini ai nostri clienti e Partner italiani.

Nell’arco di 5 anni pianifichiamo di operare localmente in altri 4 mercati in modo da ampliare il respiro internazionale dell’azienda.

Come il Network marketing è un business model di successo e il futuro del network marketing secondo te.

Il mercato tradizionale ha assorbito molte soluzione da tempo implementate nel modello del Network Marketing e questa è una palese conferma che il modello è di per se un successo.

Pensiamo ai premi per aver presentato un amico a una banca o a un negozio online. Il successo sta nel fatto che gli essere umani sono sociali e definiscono la propria identità nella relazione con gli altri, il Network Marketing da la possibilità di accedere e costruire reti sociali nelle quali ci si può sentire bene, il concetto di benessere a cui mi riferivo all’inizio.

Il futuro del network marketing sarà sempre incentrato sulle relazioni sociali ci saranno altri mezzi per creare e far crescere la socialità, vediamo l’uso dei social media. I social media evolvono e ne nascono di nuovi, comunque sono sempre media sociali per rispondere all’atavico bisogno dell’essere umano di sentirsi bene con gli altri.

Grazie Alessandro per questa preziosa intervista e ci aggiorniamo presto con tante novità

Grazie a te a tutti gli amici di Networker Magazine

 

 

Articoli correlati

PM-International dona oltre 1 milione di euro per i bambini

La redazione

Io ce l’ho fatta. Riccardo Benato

La redazione

PM-International: Certificazione GMP per il quartier generale di PM International Americas

La redazione

Lascia un commento

Per offrirti un' esperienza di navigazione efficace il nostro sito utilizza dei Cookies. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Chiudi Trattamento dei dati personali